giovedì 22 dicembre 2011

Comunicato stampa: "Creare" Performance di Lettura Collettiva

Il Creare è una delle azioni che ha accompagnato la storia dell'uomo da sempre, dalle forme artistiche a quelle di uso quotidiano, leitmotiv delle nostre attività; quale miglior tema per approcciarci ad una performance? L'Associazione culturale Cantiere Creativo ha impostato il percorso di letture iniziato a novembre con l'Agire, seguendo un filo conduttore, quello delle azioni dell'uomo. Ha scelto l'azione del Creare come secondo incontro. Una performance che vede la partecipazione aperta a chiunque voglia condividere una lettura (un brano, una pagina, una frase ecc), da leggere a voce alta, scelta precedentemente. “Con le performance di lettura collettiva, abbiamo voluto mettere in atto un percorso che segue le azioni dell’uomo, un’evoluzione che ha un inizio e una fine sfiorando vari ambiti dell’essere umano attraverso l’azione, traducibile in più forme in mille sfumature". Perchè una performance? Ogni lettore, scegliendo la propria lettura collegata al tema del Creare, è nello stesso tempo attore, che prende parte al flusso continuo di letture. "Abbiamo iniziato con l’Agire, proseguiremo con il Creare per poi continuare il nostro percorso itinerante, tra le importanti realtà culturali della provincia di Latina”. A parlarci del progetto sono le ragazze del direttivo: Annalisa, Lorenza, Valentina e Alessia
Anche la scelta del luogo non è stata casuale, il Cantiere Creativo sarà ospitato dal Museo Etnografico del Giocattolo di Sezze. Dalle ore 17 è previsto il Lab “Creare un giocattolo: Riuso Creativo", condotto da Vincenzo Polisena, collaboratore della Cooperativa Sociale Poieo Onlus. Dalle ore 18 daremo inizio alla lettura collettiva seguita dalla degustazione del vino condotta dal  sommelier Simone Ruscio. Dalle ore 19 i suoni e i rumori del progetto elettroacustico di Gianpaolo Danieli e Alessandro AleKtron Tomei: KoZmo, chiuderanno l'evento della giornata dedicata al Creare. Il progetto, KoZmo, nasce dalla volontà di sperimentare la fusione tra la funzionalità del suono fisico e le moderne tecnologie di campionamento e sequenza, elementi indispensabili della musica contemporanea. Da una manipolazione analogica degli oggetti (sfregamento e percussione) passa alla gestione moderna del suono (campionamento, ripetizione in loop e modulazione tramite effetti). La performance di lettura collettiva si svolgerà presso il Museo Etnografico del Giocattolo di Sezze in via Umberto 1, venerdì 30 dicembre 2011 a partire dalle ore 17. L'ingresso alla performance è libero, la degustazione del vino è a pagamento, per chi vuole sostenere le attività del Cantiere Creativo può contribuire con la sottoscrizione con tessera socio.

sabato 17 dicembre 2011

Domani l’inaugurazione del Museo dell’Agro Pontino (MAP)

Un’intera giornata per vivere i nuovi spazi dell’edificio di Piazza J.F Kennedy, per fruire della cultura che ha unito in questa pianura così giovane, la storia dell’uomo pontino. Dalle ore 10 fino alle ore 20 sono previsti cicli di visite guidate e performance interattive. S’inizia con l’antropologia, per entrare in contatto con quello che siamo, la narrazione dell’uomo nel tessuto dove viviamo, attraverso la guida di Alessandro Cocchieri. Alle 11.30 è previsto un coffe break. Si riprende alle 15 con la seconda visita guidata. Sarà l’archeologa Dott.sa Carmela Anastasia a condurci nel percorso storico dei vari strati che hanno ricoperto gli insediamenti delle varie civiltà dell’Agro. Prima della terza visita guidata prevista per le 16.30, ci sarà un caffè culturale, per concentrarci poi nella narrazione storica condotta da Giovanni Raponi. L’Agro Pontino non è solo da riconoscere nell’antropizzazione del territorio, ma una parte importante da considerare è l’aspetto naturale che l’ha caratterizzato da sempre, infatti, la quarta visita guidata, sarà condotta da un esperto di scienze forestali, Daniele Mirabello. Per ultimo aspetto programmatico del nostro territorio, sarà l’architetto Luigi Caponera  a insegnarci com’è stato difficile e sorprendente insediare le città che rappresentano il nostro vissuto urbano con l’ultima visita guidata prevista per le 18. A seguire, un momento artistico dedicato con le performance di Modulo Project che con delle installazioni coreografiche, danzeranno al ritmo del progetto elettroacustico KoZmo di Gianpaolo Danieli e Alessandro AleKtron Tomei. La musica concreta del duo è caratterizzata dagli oggetti e i materiali che riconducono alla memoria storica dell’Agro Pontino come sorgenti sonore. Microfoni a contatto sono impiegati per captare il suono e i micro movimenti acustici degli oggetti. La gestione del suono è fatta passare all’interno di effetti elettronici, loop station, computer. Non sarà solo la cultura, la storia, le piante, le città di fondazione, la malaria e il chinino a renderci la giornata d’inaugurazione viva di molti aspetti, ma anche la danza e la musica a proiettarci nell’essenza del nuovo museo di Piazza J.F.Kennedy. Il 76° compleanno di Pontinia sarà l’inizio di una nuova azione creatrice, riconducibile all’agire dell’uomo.
Pubblicato su Il Settimanale di Latina sabato 17 dicembre 2011

giovedì 15 dicembre 2011

Da domani Equilibri Festival al Teatro Fellini di Pontinia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Gentilissimi,
come forse saprete venerdì 16 dicembre inizieremo la fiera del libro "Equilibri" di Pontinia.
L'orario di apertura è dalle 9,00 alle 21,00.

Per ogni informazione il blog della fiera: http://fieraequilibri.blogspot.com/ e la pagina facebook.

KoZmo al Map di Pontinia per l'inaugurazione del museo

Oggetti e Suoni, Ritmi e Storie.
Ricordi e Contemporaneità.
La palude, Terra di Sudore e Fatica.

KoZmo è il progetto elettroacustico di Gianpaolo Danieli e Alessandro AleKtron Tomei.

Utilizzano gli oggetti e i materiali che riconducono alla memoria storica dell’Agro Pontino come sorgenti sonore.

Microfoni a contatto vengono impiegati per captare il suono e i micro movimenti acustici degli oggetti. La gestione del suono viene fatta passare all’interno di effetti elettronici, loop station, laptop.

Il progetto nasce dalla volontà di sperimentare la fusione tra la funzionalità del suono fisico e le moderne tecnologie di campionamento e sequenza, elementi indispensabili della musica contemporanea. L’innesco sensoriale che ha determinato il progetto è del tutto concettuale. Da una manipolazione analogica degli oggetti (sfregamento e percussione) passa alla gestione moderna del suono (campionamento, ripetizione in loop e modulazione tramite effetti).

La sua essenza e culla è il luogo in cui si sviluppano i suoni e gli oggetti che lo abitano. Ogni oggetto ha un suono: stridente, dolce, musicale.

I KoZmo sradicano gli oggetti dal luogo della loro funzione originaria, inserendoli in un contesto estraneo alla loro natura. Si appropriano dei loro suoni, danno loro un nuovo senso e li rendendo protagonisti dell'esecuzione dal vivo.

 La performance inizierà alle 18.30 subito dopo le visite guidate che accompagneranno l'inaugurazione per tutta la giornata e sarà uno spettacolo multisensoriale che prevede due performance artistiche distinte che si uniscono in tutt'uno. I KoZmo creeranno il suono per la performance di danza di Modulo Project.  Per maggior info sull'evento: KoZmo electroacoustic performance e Inaugurazione del MAP - Museo dell'Agro Pontino su Facebook.


domenica 11 dicembre 2011

IL CHININO PRESENTA: IL MIO NOME È NESSUNO

IL MIO NOME È NESSUNO
l’odissea degli immigrati tra Cie e carceri

Domenica 18 dicembre alle ore 18:00, Teatro “Federico Fellini” di Pontinia (Lt), p.za Indipendenza presso la Fiera Equilibri.

Interverranno:

Mauro Palma
– Presidente del “Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti” (Cpt), presidente onorario dell'associazione “Antigone”, consigliere diritti umani dell’assemblea regionale del Lazio.

Carlo Lanìa
– giornalista del quotidiano “Il Manifesto”.

Giuseppe Rossodivita
– consigliere regionale del Lazio, membro della direzione nazionale Radicali Italiani, segretario del Comitato radicale per la giustizia “Piero Calamandrei”.

sabato 10 dicembre 2011

Martedì 13 dicembre: Il mondo dei Tarocchi con Bartolomeo Fresia

it.camoin.com
Il mondo dei Tarocchi con Bartolomeo Fresia

Martedì 13 dicembre alle ore 21 presso la liberia L'isola che non c'è di Maria Di Girolamo a Pontinia, ci sarà l'incontro: 
Il mondo dei Tarocchi con Bartolomeo Fresia dell'Associazione "Casa Della Luna" di Terracina. L'incontro è stato possibile realizzarlo grazie all'impegno di Giovanni Romano.

 L'incontro sarà totalmente dedicato alla storia dei Tarocchi di Marsiglia di Camoin restaurati da Alejandro Jodorowsky.

Fino al secolo XVIII, i Tarocchi sono stati assimilati al gioco d'azzardo, mentre il loro significato profondo passava inosservato. I disegni erano stati mutilati o trasformati, adornati con ritratti di nobili e messi al servizio dei fasti di corte. Ciascun trattato diceva una cosa diversa, spesso in contraddizione con gli altri. In realtà, invece di parlare obiettivamente dei Tarocchi gli autori li usavano per fare il proprio autoritratto e li infarcivano di superstizioni. Come se Tarocchi fossero un domestica perennemente al servizio di una dottrina estranea...

...Diversi gruppi etnici, religiosi, società segrete ne hanno rivendicato la paternità: tzigani, ebrei, cristiani, musulmani, massoni, rosacrociani, alchimisti, artisti (Dalì), guru (Osho) e così via. Ogni nuovo mazzo di carte racchiude la soggettività dei suoi autori, la loro visione del mondo, i pregiudizi morali, il limitato livello di coscienza.
Insomma, secoli di sogni e di inganni! Creare nuove versioni dei Tarocchi di Marsiglia con l'illusione che cambiando i disegni o il nome delle carte si possa realizzare un capolavoro, è  pura vanità. (Alejandro Jodorowsky, estratti da la "Via dei Tarocchi")


"Io e Alejandro Jodorowsky abbiamo sempre sostenuto che i Tarocchi di Marsiglia erano nati proprio a Marsiglia e che non erano assolutamente stati copiati da un mazzo proveniente da un altro luogo dell'Europa. Questa tesi è controcorrente rispetto a ciò che gran parte degli storici affermano; come prova ci mostrano mazzi di Tarocchi anteriori di circa due secoli rispetto ai più antichi mazzi di Tarocchi di Marsiglia a nostra disposizione... Arrivano dunque alla conclusione che i più vecchi sono quelli che hanno dato la nascita agli altri. I Tarocchi di Marsiglia avrebbero questo nome soltanto perché fabbricati a Marsiglia. Eppure, se domani scoprissimo un vecchio baule con delle carte ancora più antiche provenienti da un altro stato, questi stessi storici cambierebbero opinione e così via... Io invece preferisco fare riferimento a metodi più scientifici, che convergono tutti verso una reale fonte di conoscenza localizzata geograficamente da 2000 anni a Marsiglia e dintorni." (Philippe Camoin). È in questo contesto che si inserisce il nuovo gioco di Tarocchi Camoin-Jodorowsky. L'enorme, assoluta differenza rispetto al passato, consiste nello sforzo congiunto dei due autori di restaurare, ricostituire l'antico e originario gioco di Tarocchi, cioè il gioco di Tarocchi primitivo che nel corso dei secoli è stato oggetto di innumerevoli deviazioni e alterazioni. 

Estratto dal sito: www.jodorowsky.com/tarocchi


Dal Blog di Alejandro Jodorowsky, Plano Creativo:

Il Tarocco è un gioco di carte, però in nessuna maniera semplice: è uno strumento creato per le super menti misteriose, una vera enciclopedia di simboli, allo stesso tempo è un profondo studio dello spirito umano. Gioco che venendo dall'anno mille o prima è un precursore della psicanalisi, è un test proiettivo, quello che voglio dire è che gli arcani hanno mille e una maniera di essere interpretati, non sono questo o l'altro, ma sono questo, l'altro e l'altro ancora.... continua a leggere sul blog di Alejandro Jodorowsky

Fine delle polemiche inizio delle incongruenze


A sancire la chiusura delle polemiche sulla carta stampata per l’argomento dei tagli alle associazioni, che il Comune di Pontinia si troverà a fare per l’anno 2012, è bastato il consiglio Comunale di martedì 29 novembre. Con un ordine del giorno lungo sedici punti e con poche contestazioni da parte dell’opposizione, l’Assessore alle Finanze Alfonso Donnarumma afferma l’impegno nel recidere i contributi pubblici per le associazioni che producono poco.  Quali associazioni saranno fatte passare in secondo piano, non possiamo saperlo, perché non esiste un regolamento che disciplini i finanziamenti alle associazioni. D'altronde l’unico obiettivo per gli amministratori è di fare cassa, tralasciando il ruolo qualitativo del lavoro che svolgono i cittadini nelle varie associazioni. Mentre la preoccupazione è di far quadrare i conti, nel nulla cosmico degli sprechi, a urlare a gran voce, è il consigliere d’opposizione de La Destra Giuseppe Belli indicando criticamente le spese comunali annue: 150mila Euro per riscaldare gli edifici comunali, 66mila Euro per Acqualatina, 250mila Euro per la P. A, 32mila Euro per le telefonate, 54mila Euro per liti, 14mila Euro per gli addobbi natalizi, 7mila Euro per gli anziani volontari davanti alle scuole elementari. “Questi ultimi se sono volontari perché sono pagati?”, ribadisce il consigliere.  Sono seguite le repliche della maggioranza che con le promesse cercherà di adeguarsi alle nuove tecnologie in modo da poter risparmiare su ampie voci. Per gli amministratori di Pontinia, l’adeguamento è un percorso lento, così come la trasparenza tanta raccomandata in campagna elettorale. In questi giorni, manovre oscure si agitano per l’apertura del museo, il fermento sta smuovendo le associazioni, chi da anni, chi all’ultimo minuto, come ad esempio la Pro Loco, sta chiedendo all’amministrazione di partecipare alla gestione dello stabile. Anche in questo caso per mancanza di un regolamento, le scelte sono tutte orientate negli incastri politici. A farne le spese saranno sicuramente le associazioni competenti, non forti nel ruolo politico. Ricordo che fanno parte del direttivo della Pro Loco di Pontinia, l’Assessore all’ambiente Valterino Battisti e altri esponenti minori di partiti politici. Un coro di voci si alza per far notare queste incongruenze, tra cui il delegato al marketing del territorio, Paolo Cima, candidato nella lista Insieme per Pontinia con Tombolillo sindaco, incaricato dal Comune nella promozione territoriale, che chiede maggior trasparenza sull’affidamento degli spazi pubblici ma soprattutto un ufficio per esercitare il lavoro da delegato comunale.

Articolo di Gianpaolo Danieli pubblicato su Il Settimanale di Latina sabato 10 dicembre 2011

venerdì 9 dicembre 2011

Map, il conto alla rovescia

http://conoscenzaecultura.blogspot.com/
Per l’inaugurazione del museo sarà rifatta anche piazza Kennedy
 
Ormai mancano poco più di dieci giorni all’inaugurazione del Map, Museo dell’Agro Pontino. Domenica 18 dicembre, il direttore della struttura, Alessandro Cocchieri, aprirà le porte e renderà pubblico un lavoro lungo e dispendioso. Le polemiche sui ritardi, sulle diverse linee di pensiero e sulla futura gestione del museo per un giorno le lasciamo da parte per far spazio ad un’opera che si appresta a concludere il suo lungo iter realizzativo. «Siamo pronti ad aprire il museo – queste sono le parole piene di soddisfazione di Alessandro Cocchieri-. I lavori all’interno del Map vanno avanti secondo i piani. Domenica 18 il museo sarà aperto tutto il giorno, ci saranno diverse visite guidate, mostre a sorpresa e momenti ricreativi. È mia intenzione mettere al centro di tutto la cultura. Abbiamo fatto di tutto per presentare un’opera completa e all’avanguardia. In futuro ci saranno sicuramente dei miglioramenti ma adesso mi sento veramente soddisfatto di quello che abbiamo realizzato». Per presentare il Map nel migliore dei modi l’amministrazione comunale, con l’aiuto economico di 10mila euro offerti dal Circolo Culturale Nemesis, sta provvedendo alla sistemazione della piazza antistante la struttura museale. Il circolo Nemesis, grazie alle elaborazioni dell’architetto Adriano Cremona, ha elaborato diverse proposte di progetto. Quello che potete vedere nelle foto è il progetto definitivo frutto del compromesso trovato tra la Nemesis e l’amministrazione comunale che ha accolto l’idea indicando la natura dell’intervento soprattutto in ragione del budget disponibile. «L’idea della Nemisis – afferma Antonio Rossi - è quella di donare a Pontinia un simbolo che testimoni il proprio impegno nella comunità del nostro territorio ed il valore della solidarietà e dell’attenzione verso la cultura ed il territorio». Queste sono le buone sensazioni di Cocchieri e Rossi in attesa di festeggiare l’apertura del Map e il 76esimo compleanno di Pontinia.
articolo di Riccardo A. Colabattista 6 dicembre 2011 Latina Oggi

TORNA “ECOMUSICA” ,VENERDI’ 9 DICEMBRE :”BEATLES DAY”

”BEATLES DAY” ALLA ROSA DEL DESERTO CON GLI “STRAWBERRY FIELDS”

Il mito dei Beatles è più vivo che mai ,nonostante siano passati oltre 40 anni dal loro scioglimento.Nonostante la morte di John Lennon e di Gorge Harrison, a rinverdire il mito del quartetto di Liverpool ci pensa Paul Mc Cartney che continua a fare il pieno in tutti i tours internazionali che intraprende ,da molti anni,con il suo quintetto.Recentemente Sir Paul si è esibito a Bologna e Milano riproponendo molti successi tratti dal repertorio dei “Fab Four” che sono stati intonati da tutto il pubblico a suffragare il concetto che la musica ,quando è valida,travalica le generazioni e rimane nel tempo.Per omaggiare il supergruppo di Liverpool,lo staff della Rosa del Deserto (sita a Latina, in sr 156 Via dei Monti Lepini km 51,800),in collaborazione con “Ecomusica”,organizza venerdì 9 dicembre alle ore 21,00, il secondo “Beatles day “con una mostra sui Fab Four ed un concerto con gli “Strawberry Fields”,nota cover band di Viterbo.

“Il Beatles day” si aprirà con l’inaugurazione ,alle ore 19,30 ,della mostra “Fab Four,yesterday and today” una grande raccolta di foto, articoli, libri, memorabilia, manifesti e dischi del quartetto di Liverpool. Seguirà il concerto degli Strawberry Fields. Il gruppo nasce in Tuscia ,nel 2001, per opera del chitarrista Enrico Vespignani a cui si aggiungono, ben presto Francesco Casini (alla chitarra solista), Alberto Saiu (al basso) e Francesco Vignolini alla batteria. Al loro attivo, oltre a tantissime serate nei festivals italiani e stranieri dedicati ai Beatles, hanno un disco “A hard days fight” che contiene cover di molti brani di Lennon e Mc Cartney. Nel corso del tempo, Vespignani e co, si sono creati una solida fama nel recupero del repertorio Beatlesiano, per la bontà degli arrangiamenti, per la scelta del repertorio, che comprende anche brani molto ostici dei Beatles che poche cover band eseguono nei loro concerti, e per la fedeltà ai suoni degli anni sessanta. Altro dettaglio importante è dato dall’assoluta originalità degli strumenti che sono gli stessi che suonavano i “Fab Four”. Chi ha la fortuna di assistere ai loro concerti puo’ vedere strumenti musicali come il basso Hofner, la chitarra Guild duo jet, la batteria Ludwig, la chitarra Rickenbacker 325 etc. che sono ormai scomparsi dal mercato da molti anni. Il gruppo di Viterbo rievoca anche l’abbigliamento dei Beatles con i famosi completino grigi con le giacche senza colletto disegnate da Pierre Cardin appositamente per loro.
Gli Strawberry Fields, hanno nel loro curriculum importanti riconoscimenti, uno tra tutti, l’aver suonato assieme ai “Quarrymen”, il primo gruppo di John Lennon e Paul Mc Cartney. Insomma un tuffo nel passato all’insegna del presente, perchè la musica non muore mai! Verranno anche presentati i nuovi libri usciti sui Fab four da Rizzoli,Arcana,Black Velvet ,Coniglio ed altre. Data l’importanza della manifestazione è consigliabile la prenotazione telefonando ai numeri 339-5880408 e 339-6290270.

giovedì 8 dicembre 2011

Presentazione Corsi 2012

Da quest'anno il Cantiere Creativo ha voluto mettere in circolo le proprie abilità, inserendo nella programmazione annuale, corsi e attività per dedicare attenzione al proprio corpo, all'espressività e la conoscenza di se.

Abbiamo iniziato ad ottobre con il corso di Qi-Gong condotto da Camilla Oldani, il quale terminerà ad Aprile. Il Qi-Gong è una pratica taoista antica di 7.000 anni, che serve ad ottenere salute e longevità. Come “Via” spirituale d’unione con il tutto. Il 26 novembre abbiamo dato il via ad una programmazione di letture collettive che ci permettono attraverso la scelta individuale di lettura, di mettere in gioco una parte di noi con il tutto, attraverso la condivisione. Il programma degli incontri è strutturato in una serie di "Azioni", tema focale della lettura, la prima è stata l'Agire, proseguiremo il 30 dicembre con il Creare.

Da gennaio-febbraio inizieranno altri 4 corsi: Teatro recitazione, Danza movimento Creativa, Fotografia e Fonia per musicisti, questi ultimi due sono rivolti in maniera più specifica alla formazione tecnica per chi è appassionato di fotografia e per chi è già un musicista. I primi due invece, sono rivolti a chiunque voglia imparare a conoscere se stesso attraverso un percorso artistico. 
Il corso di recitazione sarà condotto da Roberto Repele, si concentrerà a sbloccare alcune inibizioni, a creare una dinamica di gruppo, si lavorerà sui diversi metodi di studio di un personaggio, improvvisazione su musica,visione della scena. Inoltre è previsto sempre un piccolo trainig fisico basato sui principi della biomeccanica di Mejerchol'd con la finalità di armonizzare e rendere più fluido il movimento scenico, per arrivare alla creazione di un saggio finale, lavorando sulla memoria, sulla pulizia vocale, sulla dizione, sul movimento scenico, sul montaggio di uno spettacolo, sull'interpretazione, sempre con i metodi utilizzati nella prima fase del corso. Il corso Danza movimento Creativa sarà condotto da Doriana Danieli, in questi incontri si cercherà di soddisfare l’istinto creativo che è in ognuno di noi usando un linguaggio libero accessibile a tutti. La danza traduce le emozioni conosciute e sconosciute in un linguaggio universale. Il corso è strutturato in 4 steps: Il corpo come primo spazio, Danza memoria del contatto, danzare un quadro e l'ultimo tra luce e ombra dedicati alla consapevolezza di sé come risultato di un processo di individuazione che passa per la conoscenza della parte più oscura di sé. Il corso di fotografia condotto da Giovanni Romano, sarà incentrato sul tema del ritratto, del paesaggio e del sociale, mentre il corso di Fonia per musicisti condotto da Alessandro Tomei consentirà di fornire delle competenze base di fonia, allo scopo di migliore le prestazioni del musicista in ambito live e in studio.

Pontinia: Sprint Finale al MAP


modello grafico dell'Architetto Cremona
A due settimane dall’inaugurazione del Museo dell’Agro Pontino, la macchina organizzativa spinge sull’acceleratore per lo sprint finale. Una prova al limite con il tempo per realizzare la sistemazione di Piazza Kennedy, sarà una bella sfida per gli addetti ai lavori pubblici. Il progetto realizzato dall’Architetto Adriano Cremona, integrerà elementi architettonici con quelli naturali conservando il carattere proprio, offrendo una degna cornice all’edificio che ospita il museo. L’intervento prevede la pavimentazione di una fascia della piazza, previa demolizione delle due aiuole esistenti e il rifacimento di una nuova aiuola arredata con alberature del tipo Leccio. L’elemento più rappresentativo è la fontana. Il sistema idraulico sarà alimentato dalla rete idrica comunale, prevedendo un sistema di ricircolo, la quale consentirà di attuare un risparmio sia economico, che ecologico. Anche se ai molti, può sembrare un altro sperpero di denaro pubblico, vista la recente polemica sui tagli ai contributi pubblici, non è stata ben chiarita nel tempo l’importanza di un museo di queste dimensioni. Dalle casse comunali sono stati investiti fino adesso 117mila euro per il primo capitolo di bilancio, 106mila euro per l'allestimento, 60mila euro, per completarlo e affiancare all'esposizione un laboratorio didattico multimediale, 7300 per pubblicizzarlo attraverso pieghevoli e sito internet, più gli ultimi 30mila euro (di cui 10mila donati dal Circolo culturale Nemesis) per la sistemazione della Piazza. La ristrutturazione complessiva dell’edificio ha portato nelle casse di Pontinia dei finanziamenti regionali, quindi, l’intervento conclusivo è minimo al confronto, inoltre era prontamente da considerare fin dall’inizio. Pontinia ancora una volta insegue errori di progettazione iniziale, ma riesce all’ultimo ad averla vinta. I cittadini si domandano ormai da mesi, ma quale gestione e con quale direttore sarà condotta la vita di questo museo? Dopo gli estenuanti sforzi per farlo rinascere, più grande di prima, regalandogli uno spazio maggiore, quale programma per questi anni a venire? Le risposte sono tante e confuse, molti sperano in una conduzione competente, così com’è stato eseguito il lavoro di ricerca e allestimento condotto dal comitato scientifico. Ancora una volta bisogna attendere la partenza della macchina burocratica, ma prima di tutto la decisione politica, rispettando il dovere democratico, ma anche questo si sapeva già, ma ai Pontiniani, piace viaggiare veloce. Che la corsa abbia inizio.

Articolo di Gianpaolo Danieli pubblicato su Il Settimanale di Latina sabato 3 dicembre 2011

Sermoneta: Emergency Festa del Povero

L'associazione arti e mestieri "William Morris" ed Emergency vi invitano alla 16 ° EDIZIONE DELLA FESTA DEL POVERO che si terrà l’8 Dicembre 2011 alle ore 12,30 presso la Loggia dei Mercanti a Sermoneta (Lt).

L’iniziativa prevederà la distribuzione di minestre con contributo libero, Tombola solidale, musica popolare dal vivo e performance teatrale.

Saranno presenti lo stand informativo e gadgets di Emergency e lo stand dell’Associazione William Morris con mostra dei prodotti d’artigianato realizzati dagli allievi dei corsi tenuti dall’associazione.

Il ricavato della giornata verrà devoluto ad Emergency, organizzazione italiana indipendente e neutrale, che dal 1994 offre assistenza medico-chirurgica gratuita e di elevata qualità alle vittime civili delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà.

Vi aspettiamo numerosi!
Gruppo Emergency di Latina e Cisterna

Il Cemea del Mezzogiorno promuove: Martial Art

Martial Art: Scambio Internazionale di Giovani a Roma.
Sono disponibili 5 posti per giovani tra i 16 ed i 21 anni per comporre il gruppo italiano dei partecipanti. Per fare domanda di partecipazione scaricate il modulo di iscrizione cliccando qui di seguiuto: http://www.replay.cemea.it/documenti/Scambi_application_form_2011_Word.doc e seguite le istruzioni riportate all'interno. Scadenza: 9 DICEMBRE 2011 ORE 17.00.

sabato 26 novembre 2011

Il piano di risparmio di Donnarumma


    www.babyloncafe.eu
Pontinia: nel calderone anche le associazioni
Nei tagli del governo, già prima della venuta Monti, rientra anche il Comune di Pontinia che per l’anno 2012 si troverà a far fronte di un taglio netto del contributo statale di 500mila euro. L’Assessore alle finanze Alfonso Donnnarumma ha già pronto un piano di risparmio e nel calderone dei tagli ci sono finite anche le Associazioni. Tagliare le spese pubbliche sui nuovi acquisti, redigere un regolamento per le sponsorizzazioni di privati a favore d’iniziative pubbliche e recidere i contributi verso le associazioni presenti nel nostro territorio, sono questi gli ingredienti per una salatissima ricetta. A smentire la notizia, ci pensa l’Assessore alla cultura, Patrizia Sperlonga, forte per la causa che la riguarda da vicino, in una discussione su facebook interviene: “No, non corrisponde al vero che il comune di Pontinia non darà più contributi. Per meglio specificare: l'intenzione, vera, è quella di dare contributi in cambio di servizi alle associazioni più specializzate, come il dettato del legislatore dimostra di gradire. I servizi si possono affidare dietro corresponsione ad associazioni che abbiano i requisiti per farlo”. Se il Comune non può garantire finanziamenti per le associazioni, a Pontinia chiuderanno manifestazioni come il Festival Rock Blues, la Notte Bianca, gli spettacoli di Danza, la direzione teatrale e tante altre piccole realtà che accrescono il valore culturale, sociale e sportivo della collettività. Donnarumma recita che ogni organizzazione dovrà essere in grado di contare sui propri fondi e sui propri associati. Contrario a quest’azione è il presidente del Consiglio giovanile, Matteo Lovato affermando che: “Tagliare con la mannaia, sarebbe più semplice per gli amministratori, ma a Pontinia ci sono associazioni che rappresentano delle eccellenze nel panorama territoriale e nazionale. L’assessore Donnarumma dovrebbe cercare di tagliare qualcosa in altri settori, per esempio la gestione del verde pubblico, conti simili a quelli di New York, capisco che anche noi abbiamo il Central Park, ma con le dovute proporzioni, a questo va aggiunta l'assenza sostanziale di una Pro-Loco. Togliamo di mezzo anche le associazioni, cosa rimane allora?”.

Articolo di Gianpaolo Danieli pubblicato su Il Settimanale di Latina il 26 novembre 2011

Ricette contro i tagli, le proposte delle associazioni

Caso contributi, ecco le proposte delle associazioni 

Adesso sono le associazioni a scendere in campo. Infatti dopo le dichiarazioni dell’assessore Donnarumma, in cui si affermava di volere diminuire in maniera importante i finanziamenti, e le precisazioni della Sperlonga, in cui si manifesta l’intenzione di «dare contributi in cambio di servizi specializzati» sono state diverse le reazioni nel mondo dell’associazionismo di Pontinia. A queste posizioni hanno fatto seguito alcune prese di posizioni di alcune associazioni che da anni lavorano, in differenti modi, sul territorio di Pontinia. I primi ad intervenire sono stati Giorgio Libralato di Ecologia e Territorio e Giuseppe Anitori di Libera e Forti. «Come sempre, da parte di chi non conosce le attività e il volontariato si generalizza – afferma Libralato -. Basterebbe per esempio risparmiare sul campo di calcio e sulle relative squadre. Oppure evitare che le risorse del comune siano utilizzate per le attività calcistiche. Poi perché nessuno ci spiega come mai il comune non vuole rendere noto se incassa l'Ici dovuto dai grandi contribuenti?». Per quanto riguarda Anitori, invece, il punto in cui si dovrebbe partire per risparmiare sarebbe il costo della politica. «Invece di tagliare i già pochi fondi delle associazioni – afferma Anitori – iniziassero a tagliarsi il proprio stipendio aumentato considerevolmente da qualche anno». Ad vere una posizione più aperta e in netta condivisione con le dichiarazioni dell’assessore Sperlonga ci sono il Cantiere Creativo di Gianpaolo Danieli e il Pop di Matteo Lovato: «A Pontinia si dovrebbe creare un apposito registro specializzato e dettagliato su tutte le associazioni di Pontinia, divise per tema, genere, appartenenza a categorie, riconoscimenti vari, in modo tale da creare una graduatoria per corrispondere gli effettivi premi». Questa è la voce del mondo dell’associazionismo di Pontinia. Adesso sta alla politica coglierne l’importanza e la direzione da assumere per il futuro.

Articolo di Riccardo A. Colabattista pubblicato su Latina Oggi il 23 novembre 2011

Associazioni e incarichi, la ricetta dell'Assessore Sperlonga

comefarequasitutto.blogspot.com
Il 2012 dovrà essere, anche per il Comune di Pontinia, un anno all’insegna dell’attenzione finanziaria e del parsimonioso utilizzo delle risorse finanziarie. Sulla vicenda è voluta intervenire anche l’assessore alla cultura Patrizia Sperlonga, direttamente interessata alla questione legata all’associazionismo. «L’intenzione del Comune – commenta l’assessore Sperlonga – è quella di dare i contributi alle associazioni specializzate in cambidi servizi, come il legislatore dimostra di voler gradire. Come amministrazione comunale, nella nostra situazione attuale, siamo impossibilitati ad assumere un bibliotecario, un direttore artistico per il teatro ed il personale per il museo MAP. Sono proprio in queste realtà che continueremo ad affidare gli incarichi alle nostre associazioni dietro un giusto corrispettivo economico». Un lavoro che è sulla strada della continuità. Infatti, per il teatro c’è la gestione da parte dell’Associazione Arte e Teatro di Paola Sangiorgi, mentre per la biblioteca si pensa di poter attuare la proposta avanzata dal Cantiere Creativo di Gianpaolo Danieli. Lo stesso discorso dovrà essere fatto anche per il museo di piazza Kennedy per non rischiare di assistere all’inaugurazione senza avere un addetto all’apertura e alla gestione quotidiana della struttura.

Articolo di R.A.Colabattista pubblicato su Latina Oggi il 21 novembre 2011

mercoledì 23 novembre 2011

«Basta spese pazze». Donnarumma: necessari i tagli alle associazioni

Pontinia, il piano di risparmio per il bilancio preventivo

http://www.giovanioltrelasm.it
Tagli alle associazioni e un maggior rigore nelle spese comunali. Sembra essere questa la ricetta dell’assessore alla Finanza del comune di Pontinia, Alfonso Donnarumma. Una ricetta utile per condire nel miglior modo possibile il bilancio di previsione 2012. In una situazione economica globale molto difficile anche la città di Pontinia, con il taglio netto del contributo statale di 500mila euro, dovrà lavorare alacremente per poter mantenere in regola i propri conti ed erogare i servizi fondamentali per i propri cittadini. «Le difficoltà economiche ormai sono note a tutti – afferma l’assessore Donnarumma - Pensando al prossimo anno, dobbiamo cercare di stringere la cinta. Noi non vogliamo mettere nuove tasse e le mani in tasca ad i nostri cittadini, e per mantenere inalterati i nostri servizi c’è solo una strada: quella del risparmio e dell’accortezza economica». L’attenzione di Donnarumma si sofferma su pochi ma decisivi aspetti. «Bisogna tagliare gli sprechi attraverso una meticolosa ricerca di mercato per ogni acquisto che il comune vorrà fare – afferma Donnarumma -, cercheremo di redigere il prima possibile un regolamento per le sponsorizzazioni di privati a favore di iniziative pubbliche e, infine, un taglio importante ai contributi verso le associazioni presenti nel nostro territorio». È intenzione del comune di Pontinia continuare a dare sostegno alle iniziative legate all’associazionismo ma deve esser chiaro che, da oggi in poi, «ogni organizzazione dovrà essere in grado di contare sui propri fondi e sui propri associati perché il Comune non potrà garantire nuovi finanziamenti». Lavorare con 500 mila euro di meno non è cosa di poco conto. Per fare ciò si devono prendere delle decisioni drastiche, a volte anche impopolari, ma utili alle casse comunali. Tagli e attenzione alle uscite saranno abbinate all’istituzione del Consiglio Tributario. «Questo sarà un organo – conclude Donnarumma – che collaborerà con la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Entrate affinché si possano finalmente stanare gli evasori e procurare un importante introito alle casse comunali».

Articolo di Riccardo A. Colabattista pubbllicato su Latina Oggi il 15 novembre 2011

Cambio di location per la lettura AGIRE+ALEKTRON

Cambio di location per la lettura collettiva di sabato 26 novembre. Sempre nella splendida cornice di Sermoneta, ci sposteremo con i nostri libri e i nostri calici nell'intimità di un accogliente casa. Sabato pomeriggio alle 17.30 preparate le vostre letture. Via Serrone affianco l'albergo Principe Serrone. Suonate e vi sarà aperto!
 Programma:
ore 17.30 inizio performance di lettura collettiva
ore 19.00 L'Agire di un vino maturo.
Un ottimo Nobbiolo della cantina Travaglini - degustazione guidata 5 €
Ore 19.00 Alektron live.

L'ingresso è libero a sottoscrizione con tessera Cantiere Creativo

Per info e conferma: cantierecreativo09@gmail.com
Gianpaolo 347.8619224

martedì 22 novembre 2011

Risolto il Giallo al Museo


Il giallo sull’apertura del museo della bonifica, oggi rinominato MAP (Museo Agro Pontino), è stato risolto martedì scorso in seduta Comunale. La frenata della Giunta era arrivata la scorsa settimana, alimentata da dubbi inerenti alle cattive condizioni in cui si ritrova lo spazio antistante alla struttura museale. Piazza Kennedy, ogni venerdì è il punto cruciale del mercato settimanale, non dimentichiamoci che la struttura già esistente dagli anni 50’ era il mercato coperto, dove alimentari di ogni genere erano venduti, operazione avvenuta fino ai 90’. Le incertezze che ruotavano intorno alla perfetta fruizione degli spazi, sono state deliberate positivamente. Con il contributo di 20 mila euro del bilancio comunale e 10 mila euro dal Circolo Culturale NEMESIS Onlus, per la realizzazione di un monumento prospiciente il museo, il problema sarà risolto in questo mese con la progettazione, la gara e i lavori di pulizia, riorganizzazione e abbellimento del piazzale. Un’impresa ardua, per l’Assessore Patrizia Sperlonga, cui ci tiene molto, soprattutto per le certezze che erano state date ai cittadini. Nonostante la maggioranza era divisa sulla decisione di posticipare l’apertura ancora di qualche mese, la forte volontà di rispettare gli accordi con i cittadini di Pontinia ha avuto la meglio. In una nota, Sperlonga ci spiega, “a proposito dei banchi che adesso occupano piazza Kennedy, il mercato sarà spostato verso viale Italia e via dei Volsci”. Pontinia, si può finalmente sentire soddisfatta, così come lo è il direttore scientifico Alessandro Cocchieri, in questo periodo impegnato nel sopralluogo dei lavori di allestimento che termineranno entro Novembre. Per l’Assessore Sperlonga, “La realizzazione del museo è stata possibile grazie alla volontà instancabile, alla partecipazione e alla collaborazione di molti cittadini”.

Articolo di Gianpaolo Danieli pubblicato il 19 novembre su I Settimanale di Latina

lunedì 21 novembre 2011

Mappe, traguardi e web. Pontinia alla luce di nuove scoperte.


Una mappa indica il percorso e raccoglie informazioni nello spazio, nel caso di Pontinia, una mappa può permettere la comunicazione nel tempo, ai musei della provincia di Latina. Questo è il contributo che il MAP, il nuovo Museo dell’Agro Pontino, darà alla comunità. Un punto di raccordo importante per la cultura, il turismo e la storia di Pontinia. Quest’ultime, sono le parole ascoltate qualche anno fa in una conferenza di presentazione durante i festeggiamenti del compleanno della città. Il traguardo è quasi raggiunto, il museo del Territorio e della bonifica di piazza Kennedy, oggi rinominato MAP, sarà inaugurato il 18 dicembre, i lavori di allestimento costati circa 125mila Euro sono terminati, il Comune di Pontinia si è impegnato a liquidare il secondo acconto al comitato scientifico, composto dal direttore Tecnico Scientifico Alessandro Cocchieri e dall’architetto Tommaso Agnoni, direttore dei lavori di Allestimento. Riconosciuti i meriti, per aver trovato altri contributi regionali, progettato il sistema museale “Demos” insieme con altre cinque realtà locali, l’amministrazione non fa parola su come sarà gestito il museo, anche se dietro le quinte qualcosa si muove. Anche per questa struttura si parla di bandi rivolti alle associazioni, ma con quale tempistica? Abbiamo aspettato molto per conoscere la data dell’inaugurazione, adesso dobbiamo sperare nella “Velocità Burocratica” dell’affidamento? Intanto il Direttore Scientifico ha chiesto urgentemente la realizzazione di un sito internet dedicato, la realizzazione di pieghevoli e la progettazione di un Logotipo, per meglio lanciare le attività museali. Il lavoro sarà realizzato dalla Keller adv, a un costo complessivo di 7260 Euro, poiché già in precedenza ha prodotto lo stesso materiale per il Teatro Fellini. Tutto ciò avviene mentre l’intera popolazione chiede ormai da anni un potenziamento del sito istituzionale del Comune, scritto e riscritto nei programmi elettorali. Classificato penultimo nella graduatoria provinciale, il sito internet istituzionale funziona al minimo delle potenzialità.  L’argomento è stato affrontato dalla Commissione Trasparenza, presieduta da Paolo Torelli, dove il consigliere Gianluca Cengia, ha inoltre ricordato che nel mese di novembre, la gestione del sito supportata dall’agenzia Halley, scadrà. La commissione si doveva esprimere anche sulla ripresa televisiva delle sedute consiliari, ma non ne sono arrivati a capo. Argomenti da discutere con i capigruppo. Sperando che nella galassia del web alla fine giunga anche il sito del Comune di Pontinia, ci auguriamo che riescano a decidere alla velocità d’internet senza farsi doppiare dalla cometa di Halley prevista nel 2061.

Articolo di Gianpaolo Danieli pubblicato il 5 novembre 2011 su Il Settimanale di Latina

domenica 20 novembre 2011

Biblioteca, largo ai giovani

PONTINIA, LE PROPOSTE PER LA GESTIONE

immagine tratta da: http://informagiovani.comunedigubbio.it
Questa estate alcuni studenti, con l’aiuto del Cantiere Creativo, avevano lanciato l’allarme per segnalare il mancato servizio della biblioteca comunale di Pontinia. Adesso, con la riorganizzazione del personale comunale, l’amm inistrazione ha provveduto a dirottare presso la biblioteca il personale di Categoria A ottenendo l’apertura regolare giornaliere dalla struttura. La mattina la biblioteca sarà aperta dalle 9 alle 12 mentre nel pomeriggio l’orario invernale sarà dalle 15 alle 18. “Per adesso l’amministrazione è impossibilitata ad assumere personale specifico di supporto alla biblioteca – dichiara l’assessore Patrizia Sperlonga -. Fino a dicembre, quindi, avremmo una persona che contribuirà semplicemente all’apertura e alla chiusura della struttura. Da gennaio, invece, prenderemo in considerazione la proposta avanzata dal Cantiere Creativo, cioè di assegnare, tramite un bando, la gestione della biblioteca ad un’associazione con dei requisiti ben precisi. Una gestione che non si dovrà limitare all’apertura delle porte ma dovrà contenere anche persone preparate per un servizio di assistenza”. Nella mente degli amministratori locali c’è la volontà di poter far acquistare manuali aggiornati, accesso libero alla rete WI-FI e un archivio telematico da poter consultare da casa. Tante belle idee ma per adesso gli studenti dovranno accontentarsi di poter entrare in biblioteca dal portone principale e non per vie traverse, come avveniva nei mesi estivi. Le proposte quindi ci sono, come quella del Cantiere Creativo, stessa cosa vale per la buona volontà di fare ripartire il servizio anche da parte dell’amministrazione.

Articolo di Riccardo Colabattista pubblicato l'11-11-2011 su Latina Oggi